Salta al contenuto principale

Hotel a Santiago di Compostela

.
Arrivo
.

Turismo a Santiago di Compostela

Dopo averla conosciuta, non si capisce se fu la città ad aver intagliato la pietra o viceversa, perchè tutti i suoi monumenti uniti sono una scultura chiamata Santiago de Compostela. Agli inizi del secolo IX venne ritrovata la tomba dell' Apostolo San Giacomo Maggiore e la sede episcopale si spostò a Compostela. Su questa base la città gettò le fondamenta. Ci troviamo in Plaza del Obradoiro, da qui possiamo osservare la Cattedrale, l' Ostello dei Re Cattolici, il Collegio di San Xerome ed il Palazzo di Raxol. Osservate adesso sulla facciata est della Cattedrale del Obradoiro. In stile gotico, le sue torri raggiungono i 74 metri d' altezza, con un gran finestrone raffigurante Santiago pellegrino. Il Portico de la Gloria, protetto dalla facciata, rappresenta il culmine della scultura romanica e raffigura il giudizio universale. Al suo interno risalta l' Altare Maggiore, la Cappella della Comunione, la Cappella del Santo Cristo di Burgos e la Cappella del Pilar. Una volta conosciuto il monumento più emblematico di Santiago de Compostela andiamo fino all' Ostello di Re Cattolici, attuale Parador Nacional, che possiede un portale plateresco e che fu costruito come ospedale per pellegrini, su ordine dei re. Al suo lato, il Collegio di San Xerome è oggi il rettorato dell' università, e si tratta di un palazzo rinascimentale. Il Municipio si alza nel Palazzo di Raxol, edificio neoclassico, con la figura di Santiago riconquistatore che corona la facciata. Nella parte posteriore della cattedrale arriveremo fino al rinascimentale Monastero di San Martiño Pinario, fondato nel secolo X affinchè i monaci custodissero le reliquie dell' Apostolo. Nella piazza sud della Cattedrale, Plaza de Platerías, osserveremo la Casa del Cabildo e la casa-palazzo Casa del Déan. Percorriamo adesso Rua do Villar osservando bene i casermoni che vi si raggruppano e dirigiamoci fino a Plaza de Abastos dove si trova il Mercato, e dove potrete godere di piaceri gastronomici, architettonici e culturali.
Infine, se desiserate prendere un respiro dall' animazione della Santiago de Compostela più attiva, passate per l' elegante parco di Alameda ed ammirate la cartolina che vi offre la vista del complesso storico tra i rami degli alberi.